State zitti

State zitti

Nov 14

È da ieri notte che ho finito gli insulti, e la lingua italiana, benché in questo senso ricca e volgare quanto basta, non ne offre una quantità apprezzabile per coprire tutti gli stati emotivi di rabbia, tristezza, impotenza e confusione che grava sulla breve memoria degli attentati multipli a Parigi. Quel che più mi travolge è la totale indifferenza al dolore espressa sotto forma di misere...

#JeNeSuisPasCharlie

#JeNeSuisPasCharlie

Gen 08

Lo so, su Facebook avevo scritto che non ne avrei parlato, ma vi assicuro che non farò presunte riflessioni antropologiche sulla faccenda. Anzi, mi scuso in anticipo per la schiettezza e la brutalità con cui potrei farcire queste righe, ma sento di non dover avere alcun freno. Ma attenzione: questo non perché di colpo ho scoperto di avere le palle, o che è giusto scrivere (e disegnare) sempre...