Incontri cristianizzati del terzo tipo

Lug 15, 2013 by

Incontri cristianizzati del terzo tipo

Quando si passa la notte a giocare online, ci si aspettano vittorie, sconfitte, bestemmie e quanto possa insaporire la bocca asciutta e raffreddare l’aria di metà luglio. In molti di essi, la funzione di chat privata è quasi un obbligo, per evitare tafferugli pubblici.

Alcuni, tuttavia, sfruttano tale canale a fini non proprio ludici.

Mi è capitato, ieri notte, di avere una discussione con uno statunitense “cristiano” (non mi sento di definirlo propriamente tale), tale 2k14. Le proporzioni di questa conversazione mi hanno indotto a tradurla e pubblicarla oggi, come esempio di ogni parzialità mentale e religiosa (e spero che nessun cristiano-cattolico si sentirà offeso…)

Dal canto mio, ammetto di essere stato a tratti un po’ seccante. In merito agli argomenti discussi con il tizio, lascio giudicare a voi.

2k14: Ciao

Io: Ciao =)

2k14: Non sto cercando di trollarti o quant’altro, ma hai accettato Gesù come il tuo salvatore? Te lo chiedo perché non possiamo andare in Paradiso se non accettiamo Gesù come nostro salvatore e non ci pentiamo per i nostri peccati.

Io: No, non l’ho accettato

2k14: Qualcuno ti ha già parlato di ciò in questo sito, prima di adesso?

Io: Sì, non mi ricordo chi [mi era capitato, e ho semplicemente detto “sono agnostico”, e se n’era andato, ndr]

Io: Ma non avevo tempo per ascoltare, ero di fretta.

2k14: Ah ok

2k14: Ateo?

Io: No

2k14: di che religione?

Io: nessuna religione.

2k14: Posso provarti che il cristianesimo è la via per il Paradiso con questa preghiera

2k14: Te lo prometto.

Io: Va bene, dimmi =)

2k14: “Signore, vieni nella mia vita se sei reale e se il cristianesimo è il percorso migliore per me, aiutami a seguire quel percorso in nome di Gesù amen.”

Io: Bene…e adesso?

2k14: L’hai detta?

Io: Sì.

2k14: Prima di tutto, grazie per averla detta.

Io: Figurati.

2k14: Come ti avevo promesso,

2k14: Ora sarai convinto che il cristianesimo è la via per il Paradiso e diventerai un ottimo cristiano.

Io: Non sono molto sicuro di ciò

2k14: Non ti preoccupare

2k14: Dio lo farà avvenire.

2k14: Succederà nello stesso modo in cui pregasti che sarebbe successo.

Io: Dunque, ho appena detto una preghiera che sembra una formula magica, e Dio verrà nella mia vita e diventerò un ottimo cristiano?

2k14: Non è una formula magica

2k14: Non c’è niente di magico

Io: Lo so, era solo per spiegare ciò che avevo in mente

2k14: Il motivo per cui funzionerà

2k14: è perché hai detto questa preghiera in nome di Gesù

2k14: e stai anche chiedendo a Dio di farlo accadere

Io: Come lo sai?

2k14: Lo so perché Dio desidera riportare gli smarriti da Lui

Io: Quindi sono perso?

2k14: Inoltre, Dio ti premia per la fede.

Io: Non mi sento perso…

2k14: Nemmeno io mi sentivo perso.

2k14: Ma ora vedo gli errori delle mie scelte

Io: Quindi ogni altra scelta è un errore?

2k14: Se non abbiamo accettato Gesù e non ci siamo pentiti dei nostri peccati, sì, tutto il resto non è la giusta via.

Io: Quindi anche i giapponesi, i cinesi, gli indiani, i musulmani, gli africani etc.?

Io: Perché sbagliano tutti?

2k14: Yeah

2k14: anche gli ebrei

2k14: e chi segue il giudaismo.

Io: Ok, ma perché?

2k14: Sono tutti nel torto per poche differenti ragioni

2k14: Molte religioni dicono alle persone che potranno andare in Paradiso se saranno puri e saranno buoni

2k14: Questo non è vero. Non esistono persone pure e buone.

2k14: La definizione di buono e puro di quelle persone significa la repressione della malvagità nel cuore e nella mente.

2k14: La differenza fondamentale col cristianesimo è che Dio dice che nessuno è buono, puro o perfetto

2k14: E che non andremo in Paradiso solo con i nostri sforzi

Io: Anche nell’Islam si dice questo

Io: è Allah che decide.

Io: Anche gli ebrei hanno un pensiero simile

Io: Infatti, il Corano, la Bibbia e la Torah hanno un paio di libri in comune.

Io: Ci sono diverse interpretazioni, ma i contenuti sono simili. [nel Corano c’è l’angelo Gabriele, ad esempio; e la Torah è sostanzialmente il Pentateuco della Bibbia, ndr]

Io: In questi libri, intendo

Io: Hanno anche nomi diversi, a volte.

2k14: Non è lo stesso Dio.

2k14: I musulmani adorano un Dio lunare.

Io: Allah non è un Dio lunare o.o

Io: Forse ti stai riferendo a Kali

Io: Che è dell’Induismo.

2k14: http://www.billionbibles.org/sharia/allah-moon-god.html

2k14: E non mi sto riferendo a Kali

2k14: Kali non è un Dio, è letteralmente un demone dall’Inferno.

Io: Non è un sito neutrale, immagino…

Io: Comunque, supponiamo che Allah sia un Dio lunare (non ne sono convinto, ma per ora è ok)

Io: Sarebbe un problema? Sono nel torto di default?

2k14: Il problema è che c’è un solo Dio e tutti gli altri dèi sono dei veri demoni.

2k14: Demoni che si spacciano per Dio.

2k14: Per ingannare il mondo.

Io: Perché?

2k14: Nessun’altra religione nel mondo è più odiata del Cristianesimo.

Io: L’Islam è più odiato del Cristianesimo.

Io: Gli USA al primo posto =)

2k14: Non è vero

2k14: Ed è odiato solo per quanto sono violenti

Io: Quindi supponi che tutti i musulmani odiano e uccidono le persone

Io: Devo dire che non è vero

Io: Conosco personalmente un musulmano dall’Iran

Io: E’ la persona più buona del mondo :3

2k14: Non ho mai detto che tutti i musulmani sono così

2k14: Ma la loro religione incoraggia la violenza

Io: Anche il cristianesimo

Io: Violenza contro gli omosessuali, ad esempio

Io: o coloro che chiedono l’eutanasia

2k14: Non necessariamente

Io: Come per l’Islam, non necessariamente =)

Io: L’hai detto pure tu, non tutti i musulmani sono violenti.

2k14: Non puoi nemmeno comparare il cristianesimo all’Islam in termini di violenza

2k14: Ricordi quando quell’artista danese fece un disegno divertente di Mohammed?

Io: Tutte le streghe che sono state uccise nei secoli, ad esempio

Io: O le crociate.

2k14: Sì, ma questo è stato molto tempo fa.

Io: Quindi va bene, per te?

2k14: I musulmani hanno fatto più a meno la stessa cosa, a quei tempi

2k14: o peggio

2k14: e stanno facendo cose ancora più violente oggi

Io: Perché gli USA, che si suppone essere uno stato cristiano, non sta uccidendo un sacco di musulmani in Afghanistan, Iraq etc.

2k14: gli USA sono uno stato con più religioni

Io: La maggioranza è cristiana =)

2k14: Inoltre, non stanno uccidendo persone in Medioriente a causa della religione

Io: Anche Obama è cristiano, così come lo sono Bush Senior e Junior.

2k14: Li stanno uccidendo per ragioni politiche ed economiche

Io: No, ma si suppone che siano cristiani

Io: E il cristianesimo proclama la pace =)

Io: In ogni caso, come ho detto

Io: Anche i cristiani hanno ucciso per ragioni religiose

Io: Ne cito solo uno, Giordano Bruno http://en.wikipedia.org/wiki/Giordano_Bruno

Io: Probabilmente non lo conosci, ma va bene =)

Io: Potresti anche pensare a Galileo Galilei

Io: Il padre della scienza moderna.

[Attendo una mezz’oretta, ma non risponde]

Io: Dal momento che non rispondi, vado a dormire

Io: Buona giornata, ciao =)

Discussione originale in inglese

2k14: hi

Io: hi =)

2k14: not trying to troll you or anything but have you accepted jesus as your savior? i ask because we cant get to heaven without accepting jesus as our savior and repenting for our sins

Io: No I didn’t accept him

2k14: has someone talked to you about this on this website before?

Io: Yep, I don’t remember who

Io: but I hadn’t time to listen, I was in a hurry

2k14: ah ok

2k14: atheist?

Io: Nope

2k14: what religion?

Io: no religion

2k14: i can prove to you that christianity is the way to go through this prayer

2k14: i promise you that

Io: alright, tell me =)

2k14: God, come into to my life if you’re real and if christianity is the path that’s best for me, help to put me on that path in jesus name amen

Io: so… now what?

2k14: did u say it?

Io: I did

2k14: first and foremost, thanks for saying it

Io: you’re welcome

2k14: like i promised

2k14: you’re gonna be convinced that christianity is the way to go and you’re gonna become a strong christian

Io: I’m not really sure about that

2k14: dont worry about it

2k14: God will make it happen

2k14: it’ll happen the same way you prayed it would happen

Io: So, I just said a prayer that looks like a magic formula, and God would come to my life and I’ll become a strong christian?

2k14: its not a magic formula

2k14: theres no magic involved

Io: I know, it was just to explain what I had in mind

2k14: the reason its gonna work

2k14: is because you prayed this prayer in jesus name

2k14: and also you’re asking God to make it happen

Io: how do you know that?

2k14: Know because God desires to bring the lost back to Him

2k14: I know this*

Io: So I’m lost?

2k14: also, God is rewarder of faith

Io: I’m not feeling lost…

2k14: I didn’t feel lost either

2k14: but now I see the error of my ways

Io: So any other way is an error?

2k14: if we haven’t accepted jesus and repented for our sins, yes, anything else isnt the right way

Io: So even japanese people, chinese, indian, muslim, african etc.?

Io: Why are they all wrong?

2k14: yeah

2k14: even the jews

2k14: who follow judaism

Io: ok, but why?

2k14: there are all wrong for a few different reasons

2k14: alot of religions tell people they could get to heaven by being pure and by being good

2k14: thats not true. there’s no such thing as pure and good people.

2k14: People’s definition of good/pure means the repression of evil in hearts/minds

2k14: the major difference with christianity is that God says that no one is good, pure or perfect

2k14: and that we do not get to heaven on our own effects

Io: even in Islam is told so

Io: is Allah that decides

Io: jewish have a simillar thought

Io: In fact, Quran, Bible and Torah share a couple of books.

Io: There are different interpretations, but simillar content.

Io: in these books, I mean

Io: They also have different names, sometimes

2k14: its not the same God

2k14: the muslims worship a moon god

Io: Allah is not a moon god o.o

Io: maybe you’re refering to Kali

Io: that’s from induism.

Io: *Hinduism

2k14: http://www.billionbibles.org/sharia/allah-moon-god.html

2k14: and im not referring to kali

2k14: Kali is no god, its a literal demon from hell

Io: It’s not a neutral site, I suppose…

Io: anyway, let’s suppose Allah is a moon god (I’m not sure about that, but that’s ok for now)

Io: would be this a problem? They are wrong by default?

2k14: The problem is that there’s one God and all other gods are really demons

2k14: demons posing as Gods

Io: why?

2k14: to decieve the world

2k14: no other religion in the world is more hated than christianity

Io: Islam is more hated than christianity

Io: USA in the first place =)

2k14: thats not true

2k14: and its only hated because of how violent they are

Io: So you suppose that all muslims hate and kill people

Io: I have to say that’s not true

Io: I personally know a muslim from Iran

2k14: i never said all muslims are like that

Io: he’s the kindest person in the world :3

2k14: but they’re religion encourages violence

Io: So christianity does

Io: violence against homosexual, for example

Io: or those who ask for euthanesia

2k14: not necessarily

Io: as for Islam, not necessarily =)

Io: you said too, not all muslims are violent.

Io: *said it

2k14: you cant even compare christianity to islam in terms of violence

2k14: remember when the danish artists drew a funny picture of muhmmad?

Io: all the witches that have been killed throught the ages, for example

Io: or crusades

2k14: yeah but that was a long time ago

Io: so that’s ok for you?

2k14: muslims have done pretty much the same thing back then

2k14: or worse

2k14: and they’re still doing way more violent stuff today

Io: because USA, how’s supposed to be chrstian, is not killing a lot of muslim in Afghanistan, Iraq etc.

2k14: the USA is a mixed religion country

Io: the majority is christian =)

2k14: plus they aren’t killing people in the middle east because of religion

Io: Obama is christian too, as Bush Senior and Junior are

2k14: they’re killing for political and economic reasons

Io: no, but they’re supposed to be christian

Io: and christianity claims peace =)

Io: in any case, as I said

Io: even christians killed people for religion reasons

Io: I only quote one, Giordano Bruno http://en.wikipedia.org/wiki/Giordano_Bruno

Io: Probably you don’t know him

Io: but that’s ok =)

Io: you could even think of Galileo Galilei

Io: the father of modern science.

Io: since you’re not answering, I’m going to bed

Io: have a nice day, bye =)

Commenti

commenti

19 Comments

  1. Light92
    Light92

    Una domanda: ma che siti di giochi online frequenti? 😀

    Scherzi a parte … come sai, sono agnostica come te.

    Riguardo la conversazione che hai riportato, della serie … incontri ravvicinati del terzo tipo … come anche il titolo vuole sottilmente ironizzare!

    Da un lato, mi ritrovo ad ammirare fortemente chi riesce a credere in qualcosa di cui non ha la benché minima prova tangibile con tanta devozione e sicurezza, facendone una delle proprie linee guida di vita, ma dall’altro, è triste constatare come spesso questi “fedeli” non abbiano un minimo di senso critico. Come rispondano evasivamente a domande logiche o, peggio, le eludano. E questa conversazione ne è un chiaro esempio.

    Non penso sia un caso che tutte le più grandi menti della storia siano state atee o agnostiche, o comunque preferissero credere nei propri valori personali e nella propria morale piuttosto che in un’istituzione religiosa. Si tratta semplicemente di porsi qualche domanda in più, piuttosto che credere ciecamente a qualcosa che ha più il sapore di una rassicurante promessa per esorcizzare, da sempre, i mali peggiori dell’umanità.

  2. Nicola

    Salve, io credo in Gesù e da quando ho piegato il mio cuore a Lui stò personalmente vivendo un esperienza meravigliosa, mi ha cambiato la vita,ma non significa che non ho problemi,anzi il maligno tende a tentare più spesso le anime che CREDONO in Dio, lo fece anche con Gesù.Ho letto il dialogo e mi permetto di dissentire su vari argomenti trattati, in primis quello di associare la religione a Dio. Dio non è una religione, la religione viene condanata esplicitamente da Gesù come potrete leggere nella Bibbia, la religione è uno strumento nelle mani del diavolo per deviare l’uomo dalla verità, insieme al commercio (soldi) e alle comunicazioni.Inoltre non basta ripetere le paroline magiche che dice quel ragazzo per poter ottenere la salvezza, infatti hai fatto una giusta osservazione in quel caso, ma è necessaro un sincero ravvedimento”in spirito e verità”(gv 4.23), cosa che non potrà mai avvenire se prima non ci rendiamo conto che siamo peccatori.Tutti siamo peccatori in qualche maniera,anche io,basti pensare che il primo peccato è quello di stare lontano dalla presenza del Signore, ma Dio ha mandato il suo figluolo fatto carne sulla terra per compiere il sacrificio perfetto, in maniera tale che chiunque CREDE in lui sia salvato e abbia vita eterna.Quando Gesù era sulla terra come uomo, fù deriso, schernito offeso,perseguitato e infine ucciso,e questo è storicamente provato ed è stato ampiamente profetizzato da vari profeti centinaia di anni prima che nascesse Gesù(isaia,malachia ecc.). Ma Gesù tre giorni dopo è risuscitato dimostrando di aver sconfitto il male,e anche questo è storicamente e scientificamente non escludibile. E’ chiaro che Dio non obbliga nessun uomo a ravvedersi, ma Lui stà alla porta e bussa…stà a noi aprirla o tenerla chiusa. Dio è amore, accettare Dio significa lasciarsi modellare come un vaso dal suo creatore, e ciò può avvenire soltando conoscendo la Sua parola,ricercando Gesù in comunione fraterna e facendo la Sua volontà, non la nostra.Dio vuole il bene per noi, ma dobbiamo avere fede il Lui e lasciarlo lavorare.Cmq non date ascolto a chi si professa credente ma parla di perseguitare o obbligare o cose che derivano dal maligno, il Signore ci ha dato l’incarico di portare a conoscenza la verità, la Sua parola ovvero la Bibbia.Punto.Dice anche che ci saranno falsi profeti, il mondo ne è pieno. In conclusione vorrei dirvi che io ero come voi, scettico, credevo che c’era qualcosa più grande di me, non l’ho mai ricercato, non avevo mai deciso di ascoltare quello che Dio voleva dirmi. A 15 anni incominciai a fumare le canne, e negli anni seguenti cocaina, alcol, Venerdi e Sabati a ballare fino all’alba sbronzo e spesso vomitavo, rubavo, una volta ho venduto anche delle collanine d’oro per comprarmi il fumo…ma a 24 anni mi trovai senza lavoro,con debiti, solo, senza prospettive di vita e fui costretto da Dio a piegare le ginocchia piangendo ed a invocare il Suo nome, LO CERCAI, cominciai a frequentare una chiesa Evangelica da quel giorno il Signore cominciò a parlare al mio cuore attraverso la Sua potente parola, ed oggi che ne ho 29 scrivo queste cose.Dio mi ha preso per la mano e mi stà guidando come un Padre fà con il figlio,credetemi.Io non voglio giudicarvi,però è difficile per mè non credere dopo che Dio ha operato cosi potentemente nella mia vita.E soltanto perchè ho aperto il mio cuore a Lui. Quando moriremo, e moriremo prima o poi,Dio ci dice nella Bibbia che chi avrà creduto sarà salvato e andrà in Paradiso, gli altri saranno con Satana all’inferno dove ci sarà pianto e stridor di denti per l’eternità. Scusate se mi sono dilungato,ma volevo essere più chiaro possibile.Spero che anche voi in futuro possiate ripensare a queste cose e provare ad aprire il vostro cuore a Lui per poter gustare le benedizioni non solo materiali ma soprattutto spirituali che il Nostro creatore ci elargisce.Ciao

  3. Fra
    Fra

    Caro Nicola, grazie per il tuo intervento, pieno di ardore e spirito =)
    Mi permetto solo di specificare che, almeno per quanto mi riguarda, non sono “scettico” né discriminante: ho pubblicato questa discussione senza nessun commento personale (salvo l’evidenziare la palese parzialità mentale del soggetto) proprio perché l’idea non era di sottolineare come il cristianesimo sia sbagliato etc., ma per dimostrare l’esistenza di bigottismo spicciolo e insulso, che anzi sbarra le porte alla vera discussione.
    La tua esperienza è senza dubbio significativa, e dimostra che la religione è ben più di semplici parole o frasi fatte. Ci sarebbero tante questioni da sottolineare, ma non entrerò nel merito =)

  4. Nicola

    Grazie della tua risposta Fra, sperò che tu possa capire a questo punto che nel mondo esiste molta differenza tra religione e credere in Dio. Non vogio entrare nello specifico xkè potremmo stare a scrivere anni,ma stai in guardia dai religiosi!Dio ama singolarmente ogni anima e non ha bisogno di mediatori al quale tu puoi appellarti!L’unico mediatore è Cristo Gesù.Elimina dalla tua mente che per credere in Lui devi appoggiarti ad una casta religiosa!La chiesa di Dio sono le anime che credono in lui con il cuore e non l’edificio.Gesù dice questo in merito: “Poiché dove due o tre sono riuniti nel mio nome, lì sono io in mezzo a loro” mt. 18:20. .Quindi anche per curiosità, prova a chiedere qualcosa a Dio in persona e apri la tua Bibbia a caso, ma con un cuore umile e sincero, vedrai che Dio risponderà,proprio a te singolarmente!Conosci la parabola della pecora smarrita? Il pastore lasciò le 99 pecore da sole per andare a cercare una pecora che si era smarrita!E quella pecora siamo io e te!Io non sono nessuno per rispondere alle tue tante questioni, ma posso dirti che le risposte che cerchi sono scritte tutte nella Bibbia. Un caro saluto

  5. chiara

    come stai Fra? disidratato come noi immagino. well, bello l’argomento e pessimo il mezzo secondo me. questo ragazzo ad esempio, forse non era il caso di rovesciargli addosso una responsabilità non sua, ti pare? ma quello stile di discussione non ha la minima possibilità di stabilire un contatto, nemmeno fra i due diretti interessati, e figuriamoci fra le rispettive aree. Ma il problema è proprio trovare punti di contatto, ora, non l’altro ieri o dopodomani quando e se ci saremo ravveduti delle rispettive pochezze.
    Non sono stata chiara sulla responsabilità non sua. volevo dire che lui personalmente, a parte lo zelo missionario del terzo tipo, non si può considerarlo colpevole perchè il trisavolo del vicino di casa ha fatto cose orrende. Io non mi sento colpevole per le crociate, e per cui non ne faccio. Lui risponderà di sè.
    Ma soprattutto (a parte sempre la sfumatura patriottica che trovo giustificabile a casa sua e non condivisibile per tanti motivi) non sappiamo da quale storia personale proviene questo ragazzo. Il suo tono è molto semplice, e quando dice “anch’io non mi sentivo perduto” a me mi si è stretto il cuore. Ho visto un vissuto molto povero non solo culturalmente.
    L’umanità delle bande, il crack, le armi e cose così, dove uno crede di trovare appartenenza e forza nei rituali della brutalità di gruppo. Capiscimi Fra… forse lui non è come te, come noi. Lui forse davvero l’ha abbracciato un cristiano ed è riuscito a dirgli qualcosa di importante per la sua vita. Da lì si può crescere ancora un po’, ma questo è possibile per tutti, e in tutti i credo e i non credo.
    Tu sei agnostico, e io vorrei essere almeno agnostica, almeno atea, almeno una cosa qualsiasi… invece se davvero
    si potesse un giorno incontrare un dio, vorrei incontrare Gesù. Ma io e lui da soli, perchè quello che non so fare è credere in gruppo.

  6. Fra
    Fra

    Ciao Chiara 🙂
    Sì, fa caldo anche qui…xD
    Comunque, capisco cosa intendi. Infatti, non mi son permesso di insultarlo né prima, né dopo, né tantomeno intendo farlo adesso. La parzialità mentale, che dipenda da lui, dall’ambiente o da altri fattori, purtroppo è qualcosa su cui non possiamo agire direttamente (questi siti online contano decine di migliaia di iscritti: anche volendo, sarebbe impossibile rintracciarlo). Non ci resta che sperare. Inoltre, ero cosciente sin dall’inizio che non ci sarebbe stato alcun contatto né approdo sensato alla vera discussione religiosa da parte sua; proprio per questo ho fatto in modo di parlarci molto, per capire fino a che punto la sua conoscenza e la sua visione del mondo si inoltrasse.
    Inoltre, precisiamo: io mi definisco “agnostico curioso”, più che agnostico. Non ho una definizione propria del mio orientamento religioso, visto che sono interessato praticamente a tutto, e vorrei sapere tutto e indagare tutto xD. Ho detto agnostico per comodità, nell’articolo, ma è una definizione impropria e imperfetta 🙂

  7. chiara

    agnostico simpatico 🙂 volevo morire dal ridere immaginandoti
    alle prese con le formule magiche. sei stato bravo.
    Se quel ragazzo non avesse duecentomila contatti a caso forse
    ci penserebbe su, chissà, forse sentirebbe il bisogno di una minore superficialità. questi incontri del terzo tipo mi lasciano sempre intenerita e amara, e per questo non voglio frequentare social network di nessun tipo… col bellissimo risultato che aliena mi ci sento io 🙂
    Intanto leggo. Ho trovato in casa 3 libri di Jung.
    (Ma tu in che gruppo lo situeresti un tipo così?)

  8. Anonimo

    già,

    trovo notevolmente non Cristiano il tipo con cui hai dialogato ed anche seriamente superficiale…mi è capitato di avere conversazioni simili, ma all’opposto, nel senso di dover rimanere esterrefatto dalla superficialità di agnostici.
    In effetti ciò che mi rammarica è che, di certo involontariamente, trascrivendo questa tua conversazione rischi di offrire a molti un concetto distorto (in bene o in male) sia del Cristianesimo che dell’agnosticismo.
    Non desidero “rimproverarti” anche perché non sono nessuno per farlo, ma desidero solo esprimerti quanto è forse più costruttivo divulgare ciò che impariamo da altri che hanno pensieri opposti ai nostri.
    Citare un occasione in cui abbiamo avuto difronte un incompetente fa di sicuro sorridere ed esalta la nostra posizione…ma edifica qualche cosa di utile?

    Scusatemi se mi sono permesso, spero di non essere sbranato da chi “essendo di casa” qui ha il coltello dalla parte del manico.

    Grazie per il tempo perso a leggere questa mia sciocca opinione.

  9. Fra
    Fra

    Non è affatto un’opinione sciocca, anzi!, hai fatto bene a scrivere ciò che pensi: in questo blog siamo sempre aperti al dialogo, e il “coltello dalla parte del manico” non ce l’ha proprio nessuno, nemmeno noi autori: cerchiamo di crescere e migliorare =).

    In realtà, come ho scritto qualche commento più su, non sono agnostico: ho utilizzato questa definizione per comodità espositiva, ma è impropria, e quindi non rientrante nel criterio normale di agnosticismo. Preferisco la definizione totalmente soggettiva di “agnostico curioso”, nel senso che non mi espongo in maniera marcata sul quesito del divino, ma rimango estremamente aperto sulle definizioni di tutte le parti. Curioso, appunto.

    Come tu stesso hai notato, dopotutto, questo elemento pescato nella rete non valeva nemmeno la definizione di dialogo, sebbene io ci abbia provato comunque. Si, a tratti mi sono arrabbiato, proprio perché i tentativi di discussione cadevano nel vuoto, e ciò mi rende inquieto. Questo, in realtà, non riguarda tanto la mia personale posizione in merito a Dio o all’ateismo o altro: non ho scritto apposta quale sia la mia opinione sul cristianesimo, così che non si interpretasse questo articolo come una mia critica alla religione cristiana. Fosse stato buddhista o musulmano, l’avrei pubblicato ugualmente.

    Per il resto, concordo su ciò che dici: non ha senso prendere un campione così insulso per abbattere una posizione complessiva, anche perché come ho già ribadito non era questa la mia intenzione. E, infatti, ho messo subito in chiaro che si trattava di un “finto cristiano”, giacché un vero fedele a mio avviso non ha i tratti così marcati del dogmatismo spicciolo. Diciamo che ho deciso di pubblicarlo proprio per mettere a nudo le insensatezze di certe metodologie di conversione, rassomiglianti più al settarismo che non alla fede vera e propria, senza entrare in argomenti teologici-filosofici. I quali, anzi, sono da me fortemente ricercati.

    Infine, grazie a te per aver speso il tuo tempo a commentare! Spero che non ne rimanga deluso 😀

  10. Anonimo

    Grazie per l’apprezzamento,

    mi fa sinceramente piacere, perché in realtà mi sa che è la prima volta che scrivevo un commento su un blog.

    Mi permetto allora di poter aggiungere una cosa che ho imparato tempo fa leggendo delle pubblicazioni; ho letto e riletto la frase di un professore, il professor Vincent Ruggiero, e mi ha fatto riflettere su molti aspetti insegnandomi e correggendo miei pensieri.
    Questo professore (come molti altri che lo corroboravano ma che non cito) si dice sorpreso che a volte anche le persone intelligenti sostengano che la verità è relativa e che non esista una verità assoluta. Egli faceva questo ragionamento: “Se ognuno determina la propria verità, l’idea di uno non può essere migliore dell’idea di un altro. Sono tutte sullo stesso piano. E se tutte le idee sono uguali, a che serve fare ricerche in un dato campo? Perché scavare per trovare risposte nel campo dell’archeologia? Perché ricercare le cause della tensione in Medio Oriente? Perché cercare la cura del cancro? Perché esplorare la galassia? Queste attività hanno senso solo se alcune risposte sono migliori di altre, se la verità è qualcosa di separato e distinto dalle opinioni individuali”.

    Ecco, mi piace chiedermi:
    “se io dico che non esiste una verità assoluta, sto dicendo una mia verità che reputo assoluta e quindi sono contraddittorio?”
    “chi salirebbe a bordo di una nave se fosse convinto che il principio di Archimede non sia una verità assoluta?”
    “il fatto che esistano milioni di falsità mi sta spingendo a credere che non esiste una verità? ma se così fosse, è un ragionamento corretto? Le tantissime forme di banconote false indicano che non esiste una banconota vera?”
    “preferisco forse tendere a credere che non esista una verità assoluta, così da non dover rendere conto a nessuno o non dovermi valutare alla luce di una morale universale e vera?”

    Queste sono alcune delle riflessioni nate da molti dialoghi e confronti che ho avuto, e che spero tutti facciamo.
    Confronti da cui ho imparato tanto ed ho ricevuto correzione, anche se a volte umiliante, ma comunque utile.

    (ps: perdonami se mi permetto, ma io ho notato un dogmatismo superficiale NON Cristiano come quello che tu descrivi più da grandi e note religioni sedicenti Cristiane che da presunte sette.)

  11. A

    Dopo si è più fatto vivo quel pirlone?
    beh non c’è granché da dire… li “istruiscono” tutti con risposte fatte.
    complimenti alla resistenza. io come prima cosa avrei detto, magari in maniera pungente, perché la prima cosa che vuole fare è convertire gente. dai provo a immaginarmi un dialogo?
    – [quel tipo]
    – sì ok, ma perché non posso rimanere nelle mie scelte?
    – perchè non ci sarà salvezza per te
    – da che cosa dovrei esser salvato?
    – dai tuoi peccati
    – il termine “peccato” è relativo, e comunque è solo una parola, niente di concreto.. senza contare che ciò che è peccato in un dato luogo e in un dato momento storico, da un’altra parte potrebbe non esserlo. guarda ti faccio un bell’esempio: dal cristianesimo e dalla morale comunque l’incesto è considerato obbrobrioso. eppure, ma pensa te, secondo la creazione biblica, i figli di adamo ed eva ovviamente… e non erano figli di una coppia? come potevano riprodursi se non fra consenguinei? e lo stesso da noè… prendiamo un esempio simile: la poligamia. non so sinceramente se sia “peccato”, ma non è “granché concessa”, posso dire così? eppure in medio oriente c’è ancora…
    – pure il medio oriente è nell’errore
    – -.- … vabbè a parte che anche “errore” è un termine relativo, tutto quello che ho detto? perchè mi rispondi solo sull’ultimo punto? perchè Dio crea una coppia e poi li fa riprodurre e ora lo stesso atto è peccaminoso?
    [boh qui non so immaginare risposta]
    … e mi spieghi perché parli di Verità assoluta, di “errore” ecc, come se tutti gli altri fossero emeriti idioti, destinati al patimento eterno per delle semplici decisioni temporali?
    – perché Dio è uno, e Gesù suo Figlio è venuto a predicare la buona novella.
    – e allora perché quel Dio ecc non permette una conversione di massa senza troppi danni, consarvando il famoso “libero arbitrio” che sono sicuro userai come classica scusa? invece che far scannare gli uomini a causa della differenza di religioni (come se non bastasse la differenza di pensiero a metterli gli uni contro gli altri)
    – invece il libro arbitrio è l’unico motivo. Lui ci ama, ci ha fatti a sua immagine e somiglianza, e il dono che poteva farci è la libertà assoluta di amarlo.
    – ok allora se così fosse uno lo ama e lo ricerca come meglio crede, e dato che siamo umani diversi proveniente da differenti culture ecc, ognuno avrà il suo metodo. non ce n’è uno giusto e uno sbagliato. ce n’è semplicemente uno e ce n’è un altro. sennò è una mentalità hitleriana del cazzo, dove c’è la razza pura e la razza di “sporchi ebrei”.
    – Dio è uno solo
    – piacere, ma che hai da dire su chi lo ricerca in altri metodi?
    – quello che ho già detto
    – -.- ok e quindi anche gli atei sono peccatori?
    – certo
    – bene. e se ti dicessi che non credo in un Dio personale e nel dualismo, ma che per me tutto è Uno, come già in occidente Platone pensava e dopo di lui i neoplatonici, e in oriente per esempio l’Advaita Vedanta, e che quindi non c’è un Dio staccato dall’uomo, dalla natura, e anche dal tuo “peccato” e dal tuo “errore”, e che ogni strada deve esser personale per ricercarlo, naturalmente non va bene?
    – fa’ come credi, Cristo nel Vangelo ha parlato chiaramente.
    – mah non direi proprio. considerando la proliferazione di sette che sono nate da due millenni a questa parte…
    – [qui citerà tipo passi evangelici e li commenterà]
    – a parte citare le cose da bravo studente, sai pensare con la tua testa?
    – [va via mezz’ora xD]

  12. io

    …il mio browser non mi fa vedere gli altri commenti…o almeno penso! Tempo fa avevo letto un commento molto interessante ed ora non lo vedo più.
    Mi potete dire come mai adesso il mio browser no li fa più vedere? C’era un commento, o un paio, che davano già un eccellente e logica risposta a quest’ultimo commento che leggo datato primo novembre.
    Mi pare che dava un idea chiara del fatto che il “protagonista” del racconto di questa pagina è tutto tranne Cristiano, dava anche un idea chiara del fatto che il “peccato” non è opinabile e la morale non è opinabile coem non è opinabile il codice stradale che gestisce la viabilità in una città a beneficio di tutti e a tortura di chi si vuole sentire in trappola o discriminato se vede un semaforo rosso. E mi pare di ricordare che quel post che non riesco più a vedere mostrava in modo eccellente come sia impossibile che non esista una verità assoluta. il mondo che ci circonda è stracolmo di verità assolute.

    …ma è inutile che continuo io a descrivere quel post…mi farebbe piacere poterlo rileggere per commentarlo meglio adesso che ho notato questo commento di “A” che non voglio criticare direttamente ma in cui non leggo qualche cosa di convincente o comprovato.

    grazie

  13. A

    Ah guarda io per primo voglio leggere ciò che dici, perché sono proprio curioso di sentire che cosa si dice pro “mondo pieno di verità assolute”, anche perché, se così fossero, il mondo sarebbe mooooolto migliore.
    ah scusa mi sono dimenticato del libero arbitrio…

  14. Alex

    Ciao 🙂 clicca un paio di volte su “commenti precedenti” e lo troverai ancora lì! Per A, adesso non ho tempo di commentare tutto, mi limito velocemente a questa frase “- il termine “peccato” è relativo, e comunque è solo una parola, niente di concreto..”. Questo significa che tutto ciò che è astratto e “parola” è relativo? I numeri sono astratti, quindi sono relativi? Tutto quello che hai scritto tu è relativo? Allora perché dovremmo prenderti sul serio, anziché risponderti “be’ grazie per aver deciso di renderci nota la tua personalissima e relativa opinione, di cui non ce ne facciamo niente perché tanto abbiamo già le nostre personalissime e relative opinioni e dunque a che serve confrontarsi? Su che basi ci si può confrontare? Scegliamo ciò che ci piace di più di quello che dice l’altro, che ci risuona meglio? Allora non serve argomentare… argomentiamo? Ma allora non è relativo, se gli argomenti devono essere condivisi intersoggettivamente…”

    Buona giornata 🙂

  15. A

    Si vede sei un filosofo 😀
    Però penso che hai ragione, anche e in quanto mi confermi ciò che penso ù.ù
    in sostanza hai ragione nel dire quelle cose perché sono obiezioni lecite, ma per me, proprio che mi tiri fuori quelle obiezioni, mi fai capire che tutto è relativo da una serie di infinite cause-effetti, condizioni, ecc, quello che vuoi.
    Ciò a cui si riferisce una parola si può intendere universalmente (magari non sempre), ma anche quel concetto è arbitrario… ma ora mi stanno venendo in mente un sacco di cose, e scriverei troppo… per me sta dietro un mare di roba, e non se ne verrà mai a capo…
    “I numeri sono astratti, quindi sono relativi?”
    sì certo, almeno così penso. “esistono in natura” per te? così pareva per la geometria… ma poi è venuta fuori l’opzione “non euclidea”, e che si fa?
    “Tutto quello che hai scritto tu è relativo?”
    certo, alla mia esperienza, e al mio condizionamento.
    “Allora perché dovremmo prenderti sul serio, anziché risponderti “be’ grazie per aver deciso di renderci nota la tua personalissima e relativa opinione, di cui non ce ne facciamo niente perché tanto abbiamo già le nostre personalissime e relative opinioni e dunque a che serve confrontarsi?”
    infatti è questa la cosa drammatica per me! si può solo comunicare, ma senza ulteriori fini.
    “Su che basi ci si può confrontare? Scegliamo ciò che ci piace di più di quello che dice l’altro, che ci risuona meglio? Allora non serve argomentare… argomentiamo? Ma allora non è relativo, se gli argomenti devono essere condivisi intersoggettivamente…”
    su ciò che pensiamo, ricordiamo, intuiamo ecc. e poi tanto il cervello funziona comunque scegliendo e scartando le cose che più gli fanno comodo. non ricorda tutto. deve selezionare le info, e lo fa in base soprattutto a quel criterio. se dico una cosa che non ti sta bene, puoi essere anche aperto di mente, certo, ma non l’accetti intimamente, di primo acchito, come l’accetteresti se fossi d’accordo. mi spiego? un muro su cui scontrarsi c’è sempre…
    mio caro, la mente umana è assurda. più scopro, più c’è da scoprire. c’è da impazzirci dietro.
    per questo meglio prendere tutto come un gioco, non con serietà. mi obietti seriamente cosa si può comprendere, su che basi dialogare, ma sono problemi inutili. si può farlo, come l’uomo ha sempre fatto. ma non entro certi limiti, che non so individuare neanche io.
    vabbè lascia perdere… che casino hce ho in testa! haha
    by an infp

  16. Alex

    Se la vedi così non posso far altro che dirti “grazie della tua opinione e arrivederci” allora 🙂 adjeu

  17. io

    Trovato!!!

    Grazie per l’aiuto!!!
    Prima non mi compariva proprio “COMMENTI PRECEDENTI”, e adesso ho trovato il commento che cercavo, è il terzo dall’inizio quello di “ANONIMO” del 7 agosto 2013!!

    Ecco, è il commento che reputo più equilibrato e corretto, privo di filosofia puramente speculativa, e concreto nell’esposizione e negli esempi schiaccianti citati che comprovano la realtà delle verità assolute che ci circondano.
    Non tutto è relativo, anzi le fondamenta di ogni cosa sono oggettive, e tutto ruota intorno a verità assolute che possiamo negare solo per speculare futilmente con la più inutile frangia della filosofia…che poi in realtà usiamo solo per interloquire così da avere “ragione” ma che non applichiamo coerentemente nella nostra vita se non per giustificare azioni che altri reputano immorali o errate.

    grazie anonimo del terzi commento, l’ho trovato illuminante nella sua semplicità

  18. Alex

    Prego… A quale frangia della filosofia ti riferisci?

  19. A

    Tutti i fanatici dovrebbero imparare da Panikkar che cosa vuol dire esser religiosi, che cosa vuol dire dialogo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shared on wplocker.com