L’altra faccia della Corea del Nord

Apr 8, 2013 by

L’altra faccia della Corea del Nord

Che la Corea del Nord sia impenetrabile e sconosciuta, non è un mistero. Da regime di stampo sovietico, ha ereditato le belle tradizioni staliniste dell’impossibilità di conoscere cosa realmente accade all’interno del territorio, e di mascherare la verità con stampa e televisione di regime, che risulta essere l’unica documentazione a noi disponibile.

Eppure, qualcuno c’è riuscito. Si tratta di un coraggioso statunitense, Shane Smith, e del suo compagno videorepoter, che nel 2008 sono riusciti con grande fatica ad entrare all’interno della Corea del Nord, e a girare un documentario (illegalmente e in gran segreto) sul loro tour guidato all’interno di Pyongyang, dipingendone il degrado così come i tentativi di indottrinamento, esponendo come la cultura fortemente totalitarista non lasci nessuno spazio ad una genuina libertà.

Ritengo questo documentario profondamente importante, anche se non totalmente recente. Innanzitutto perché non è troppo lungo (dura appena un’oretta) ed è abbastanza obiettivo, e poi perché penso sia importante conoscere il Paese che minaccia il mondo con grande pomposità direttamente dal suo interno – non credo sia cambiato granché, a giudicare dai contenuti – e non solo tramite l’informazione giornalistica; lo trovo stimolante anche dal punto di vista politico, sociologico, psicogico e antropologico.

Ciliegina sulla torta: è possibile visualizzarlo con i sottotitoli in italiano per la prima parte (inglesi per le altre due)

)

Ha anche documentato la situazione dei “Labor Camps”, i campi di lavoro, sempre nella Corea del Nord (purtroppo qui soltanto coi sottotitoli in inglese):

)

Buona visione!

Commenti

commenti

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shared on wplocker.com